Premessa

E’ ormai prossima la scadenza del regime transitorio previsto dall’art. 3, comma 25 della legge 2 dicembre 2005, n. 248, di conversione del decreto legge 30 settembre 2005, n. 203 in base al quale tutti gli affidamenti riguardanti l’attività di riscossione in essere alla data di entrata in vigore del provvedimento stesso, e scadenti prima del 31/12/2010, potevano essere prorogati sino a tale data in deroga alla legislazione vigente.
Quindi, allo stato attuale, tutte le attività di riscossione volontaria o coattiva che sono in regime di proroga debbono cessare comunque entro il 31/12/2010 e qualsiasi affidamento a terzi di riscossione volontaria o coattiva di tutte le entrate comunali, sia tributarie che extratributarie, deve avvenire previa procedura ad evidenza pubblica, secondo le modalità previste dall’art. 52, comma 5 del decreto legislativo n. 446/97.
Resta ovviamente nella discrezionalità del Comune la decisione di gestire (o di continuare a gestire) direttamente la riscossione, sia volontaria che coattiva, di tutte le proprie entrate.
A dimostrazione di tutto quanto detto sopra, il concessionario Equitalia ha provveduto ad inviare una nota informativa ai comuni precisando che “dal 1″ gennaio 2011, in assenza di un affidamento e mediante procedura ad evidenza pubblica, esso non sarà più titolato a ricevere nuovi incarichi di riscossione sia spontanea che coattiva”, (cfr. all.to su richiesta)
Alla luce delle novità normative riguardanti la riscossione delle entrate degli enti locali dal 2011, la Pubblialifana srl si propone quale nuovo partner del Comune nella riscossione ordinaria e coattiva delle entrate, assicurando all’Ente un servizio caratterizzato da professionalità ed esperienza e ritenendo di poter rispondere a tutte le necessità dello stesso.
In particolare, la nostra società offre la propria collaborazione nell’espletamento del servizio di riscossione ordinaria e coattiva dell’ICI, TARSU, Servizio Idrico ed altre entrate tributarie e patrimoniali secondo modalità e costi specificati nel paragrafo “Servizi Offerti” e negli approfondimenti e spunti di riflessione.